Mario Quintana


• Mario de Miranda Quintana (Alegrete, 30/07/1906 - Porto Alegre, 5/05/1994) fu un poeta, traduttore e giornalista brasiliano.
• Il poeta gaúcho crebbe in una famiglia colta e agiata nella regione meridionale del Rio Grande do Sul. I nonni erano medici e suo padre era proprietario di una farmacia. Imparò a leggere, con l’aiuto dei genitori, utilizzando il Correio do Povo. Il padre gli insegnò anche i primi rudimenti di francese. Completò gli studi elementari ad Alegrete.
• Nel 1919 fu iscritto, come interno, al Collegio Militare di Porto Alegre. Fu allora che cominciò a scrivere i suoi primi versi che furono pubblicati sulla rivista letteraria Hyloea, gestita dagli alunni della Scuola Militare.
• Nel 1924, abbandonò per motivi di salute il Collegio senza conseguire il diploma. Per qualche tempo fu impiegato presso la Livraria do Globo, che oltre ad essere una libreria era anche Casa editrice di fama nazionale, poi fece ritorno, l'anno successivo, ad Alegrete per lavorare presso la farmacia di famiglia.
• Sua madre morì nel 1926. In quell’anno, il giovane Mario vinse il primo premio in un concorso per racconti, organizzato dal giornale Diário de Notícias di Porto Alegre, col racconto A sétima personagem. L’anno successivo perse anche suo padre.
• Nel 1929, entrò a far parte della redazione del giornale O Estado do Rio Grande, diretto da Raul Pilla, celebre uomo politico parlamentarista e tra i fondatori del Partido Libertador de Rio Grande do Sul. Convinto sostenitore della rivoluzione intrapresa da Getúlio Vargas, Mario si arruolò nel Settimo Battaglione dei Cacciatori; per ordine del comandante Nascimento, redasse il giornale di bordo della truppa. Rimase sei mesi a Rio de Janeiro. Successivamente fece ritorno alla capitale del Rio Grande do Sul, Porto Alegre, riprendendo il proprio lavoro alla redazione di O Estado.
• In quel periodo, frequentò alcuni intellettuali della sua generazione: Augusto Meyer, Theodemiro Tostes, Athos Damasceno Ferreira, Sotéro Cosme. Nel 1934 pubblicò la sua prima traduzione: Palavras e sangue (Parole e sangue) di Giovanni Papini, presso l’Editore Globo. Tradusse poi altri autori, tra cui Marcel Proust (Alla ricerca del tempo perduto), Guy de Maupassant, Virginia Woolf, Aldous Huxley, Somerset Maughan e Joseph Conrad.
• Il 1940 segnò il suo esordio in poesia, con la pubblicazione dei sonetti anticonformisti di A rua dos cataventos sempre per le Edizioni Globo. Il libro ottenne grande risonanza e le sue poesie presto cominciarono ad apparire sui testi scolastici e sulle antologie.
• A partire dal 1945, Mario Quintana tenne, prima sulla rivista Província de São Pedro, poi sul Correio do Povo di Porto Alegre, una rubrica dal titolo «Do Caderno H», costituita principalmente da frasi brevi poeticamente ironiche: aforismi, freddure, giochi di parole, piccoli dialoghi immaginari, epigrammi, frammenti. La rubrica continuò ad arricchirsi nel corso degli anni, finché, nel 1973, tutti i testi furono riuniti e pubblicati in un unico libro, «Caderno H».
• Frattanto, e fino al 1966, pubblicò numerose raccolte formalmente molto differenziate tra loro, in versi o in prosa - sonetti, quartine, aforismi, versi liberi e raffinati - Canções, Sapato florido, O Aprendiz de Feiticeiro (molto ben accolti nell’ambiente letterario), Espelho Mágico, Inéditos e Esparsos, e nel 1962, Poesias, raccolta delle sue opere principali, sotto gli auspici della Divisione Culturale del Ministero dell'Educazione e della Cultura del Rio Grande do Sul, per le Edizioni Globo.
• Il 1966 vide il lavoro letterario di Mario riconosciuto a livello nazionale quando gli fu assegnato il premio Fernando Chinaglia, dell'Unione degli Scrittori Brasiliani, per Antologia Poética. In quell’anno ricevette anche un Omaggio da parte dell'Accademia brasiliana di Lettere (ABL). Tuttavia, Mario non venne mai ammesso all'ABL, e di questo molto s’indignò Manuel Bandeira che compose una poesia-omaggio dedicata al poeta (Quintanares) e la lesse davanti agli accademici che avevano rifiutato per la terza volta l’ammissione dell’amico poeta. In risposta, Quintana compose un’ironica poesiola intitolata: Poeminho do Contra. Quintanares divenne anche il titolo di un libro che sarebbe uscito nel 1976.
• Nel 1975, apparve Pé de Pilão, operetta in versi per ragazzi, pubblicata in origine nel 1968. La produzione di testi per l’infanzia era iniziata nel 1948 e sarebbe terminata nel 1990. Mario Quintana, oltre ad essere uno dei precursori della messinscena poetica per i ragazzi, fu anche un innovatore del linguaggio narrativo. Del resto, il suo testo Lili Inventa o Mundo, pubblicato nel 1983, venne arrangiato per il teatro nel 1993 da Dilmar Messias.
• Mario, che non si sposò mai né ebbe figli, visse sempre solo in modeste pensioni o in stanze d’albergo, in particolare nel vecchio Hôtel Majestic, ove risedette dal 1968 al 1980. Nel 1982, questo edificio sarebbe diventato la Casa de Cultura Mario Quintana. Nel 1980, venne improvvisamente sfrattato. Commentò ironicamente la spiacevole situazione: «Non ha importanza. Io vivo in me.» Nel 1983, si trasferì all'Hôtel Royal, in via Marechal Floriano, di proprietà dell'atleta Paulo Roberto Falcão, che l’ospitò. Successivamente, si spostò all'Hôtel Porto Alegre, nel centro della città e lì rimase fino alla fine dei suoi giorni.
• Negli anni ’80 e ’90 Mario pubblicò altre importanti raccolte di poesia, tra cui Apontamentos de História Sobrenatural , A Vaca e o Hipogrifo, Esconderijos do Tempo e Baú de Espantos.
• Gli fu conferito nel 1981 il Premio Jabuti come personalità letteraria dell'anno.
• Nel 1992, la casa editrice UFRGS (Universidade Federal do Rio Grande do Sul) rieditò, in edizione commemorativa per i 50 anni dalla sua prima pubblicazione, A rua dos cataventos.
• Mario Quintana morì il 5 maggio 1994 all’età di 87 anni.
Teniamo a sottolineare che qui si è volutamente usata la grafia Mario Quintana, e non Mário, come vorrebbero le norme ortografiche della lingua portoghese. Il poeta ha infatti sempre firmato senza accento e tutti i libri che ha pubblicato in vita, riportano Mario Quintana in copertina. Citiamo qui le parole di Júlio Saraiva, anch’egli poeta, che nel 2006 scriveva su Luso-Poemas, commemorando l’anniversario dell’amico Mario: “Dia 29 passado, o poeta Mario Quintana (seu nome não tem acento) completaria 102 anos...

OPERE POETICHE PUBBLICATE (18 raccolte di poesia, 6 libri per ragazzi, tra cui un'opera teatrale)


• 1940 A Rua dos Cataventos
• 1946 Canções
• 1948 Sapato Florido
• 1950 O Aprendiz de Feiticeiro
• 1951 Espelho Mágico
• 1953 Inéditos e Esparsos
• 1962 Poesias
• 1973 Caderno H
• 1976 Apontamentos de História Sobrenatural

• 1976 Quintanares
• 1977 A Vaca e o Hipogrifo
• 1980 Esconderijos do Tempo
• 1986 Baú de Espantos
• 1987 Preparativos de Viagem
• 1987 Da Preguiça como Método de Trabalho
• 1988 Porta Giratória
• 1989 A Cor do Invisível
• 1990 Velório Sem Defunto

LIBRI PER RAGAZZI: :


• 1948 O Batalhão das Letras
• 1968 Pé de Pilão
• 1983 Lili inventa o Mundo
• 1984 Nariz de Vidro
• 1984 O Sapo Amarelo
• 1994 Sapato Furado



ALTRE PUBBLICAZIONI:

 – TEATRO –

• 1983 Lili inventa o mundo - Regia: Dilmar Messias

 – TRADUZIONI –

Per edizioni Globo, tra il 1934 e il 1962

• Giovanni Papini, Parole e sangue
• Marcel Proust - Alla ricerca del tempo perduto
• Honoré de Balzac - La commedia umana
• Voltaire - Racconti e novelle
• Virginia Woolf - Mrs. Dalloway
• Graham Greene - Il potere e la gloria
• Joseph Conrad - Lord Jim

e numerosi altri autori più o meno conosciuti, romanzi rosa e polizieschi,
retribuiti con pochi scudi per pagina

PREMI & ONORIFICENZE:


• 1966 Premio Fernando Chinaglia, dell'Unione degli Scrittori brasiliani, per Antologia Poética
• 1967 Cittadinanza Onoraria di Porto Alegre, conferita dal Consiglio Municipale
• 1976 Medaglia "Negrinho do Pastoreio" del Governo dello Stato di Rio Grande do Sul
• 1977 Premio Pen Clube de Poesia Brasileira per il libro Apontamentos de história sobrenatural
• 1981 Premio Jabuti come personalità letteraria dell'anno

• 1989 Fu eletto Principe dei poeti “Príncipe dos Poetas Brasileiros”,
   dall’Academia Nilopolitana de Letras e dal giornale A Voz dos Municípios Fluminenses.
   È il quinto poeta a ricevere questo titolo, dopo Olavo Bilac, Alberto Oliveira, Olegário Mariano e Guilherme de Almeida.

Inoltre gli fu conferito il titolo di Dottore Honoris Causa, dalle seguenti università:

• 1982 Universidade Federal do Rio Grande do Sul (UFRGS)
• 1986 Universidade do Valedo Rio dos Sinos (Unisinos)
• 1986 Pontifícia Universidade Católica do Rio Grande do Sul (PUCRS)
• 1989 Universidade de Campinas (Unicamp)
• 1989 Universidade Federal do Rio de Janeiro (UFRJ)

________________
POESIE ON LINE


  • Estratte da A Rua dos Cataventos (1940) :
1
2
3
4
O Auto-Retrato
Soneto II (Dorme, ruazinha...)
Soneto XVII (Da vez primeira...)
Soneto XIX (Minha morte nasceu...)
L'autoritratto
Sonetto II (Dormi, stradina...)
Sonetto XVII (La prima volta...)
Sonetto XIX (La mia morte è nata...)


  • Estratte da Canções (1946) :
1
2
3
4
Canção de bar
Canção de vidro
Canção do amor imprevisto
Segunda canção de muito longe
Canzone del bar
Canzone di vetro
Canzone dell'amore imprevisto
Seconda canzone venuta da molto lontano


  • Estratte da O sapato florido (1948) :
1
2
3
4
Crianças gazeando a escola
Cruel amor
O vento
Os fantasmas do passado
Bambini che marinano la scuola
Amore crudele
Il vento
I fantasmi del passato


  • Estratte da O Aprendiz de Feticeiro (1950) :
1
2
3
4
5
6
Ao longo das janelas mortas...
Bar
No silêncio terrível do cosmos...
Noturno
O poema do amigo
Obsessão do Mar Oceano
Lungo le finestre morte...
Bar
Nel terribile silenzio del cosmo...
Notturno
La poesia dell’amico
Ossessione dell’Oceano

  • Estratte da Espelho mágico (1951) :
1
Das utopias
Delle utopie


  • Estratte da Apontamentos de história sobrenatural (1976) :
1
2
3
4
5
6
A beleza dos versos impressos em livro...
Naturezas-mortas
O velho do espelho
Olho as minhas mãos...
Poema da gare de Astapovo
Presença
La bellezza dei versi stampati in un libro...
Nature morte
Il vecchio dello specchio
Guardo le mie mani...
Poesia della stazione di Astapovo
Presenza


  • Estratte da Esconderijos do tempo (1980) :
1
2
3
4
5
Bilhete
O poeta canta a si mesmo
Os poemas
Se o poeta falar num gato...
Vida
Biglietto
Il poeta canta a sé stesso
Le poesie
Se il poeta parla di un gatto...
Vita

  • Estratte da Nariz de vidro (1984) :
1
Se eu fosse um padre...
Se io fossi un prete...


  • Estratte da Baú de espantos (1986) :
1
2
3
4
Tenta esquecer-me...
Torre azul
Um nome na vidraça
Viver
Tenta di dimenticarmi...
Torre blu
Un nome sul vetro
Vivere


  • Estratte da A cor do invisível (1989) :
1
2
Jardim interior
Quem ama inventa
Giardino interiore
Chi Ama Inventa


  • Estratte da Velório sem Defunto (1990) :
1
O vento e Eu
Il vento e Io








Nessun commento:

Posta un commento