Jorge de Sena


• Jorge (Cândido) de Sena nacque a Lisbona, il 2 novembre 1919 e morì a Santa Barbara, California, il 4 giugno 1978. Fu una figura centrale della cultura e del pensiero portoghese, due volte costretto all'esilio, ed è oggi riconosciuto come uno tra i più grandi poeti luso-brasiliani.
• Jorge, figlio unico di Augusto Raposo de Sena, comandante della Marina mercantile di origini aristocratiche, e di Maria da Luz Telles Grilo de Sena, proveniente da una agiata famiglia di commercianti di Porto, ebbe un’infanzia infelice, secondo quanto affermava egli stesso nel racconto «Homenagem ao papagaio verde»: l'ambiente domestico non fu dei più armoniosi né le condizioni finanziarie sufficientemente agiate.
• Tuttavia gli fu consentita un’educazione di ottimo livello, grazie all’azione congiunta della madre e della nonna che gli era molto affezionata. Jorge, all’età di 10 anni, cominciò a leggere correntemente il francese e a prendere lezioni di piano, scoprendo così la propria passione per la musica che lo avrebbe accompagnato per tutta la vita.
• Proseguì gli studi secondari a Lisbona, poi nel 1936, s'iscrisse ai corsi preliminari dell'Escola Naval. Ebbe voti eccellenti ed ottenne il titolo di primo cadetto al "Curso do Condestável" nel febbraio 1937. Intraprese allora il suo primo viaggio sulla nave-scuola Sagres e visitò Capo Verde, São Tomé, il Brasile, l'Angola, il Senegal e le Canarie, luoghi che lo impressionarono molto e che successivamente avrebbe descritto nella sua opera. Jorge che aveva sempre sognato di fare carriera come ufficiale di Marina, dovette rinunciare, poiché al suo ritorno, per ragioni non ben specificate, fu riformato e, costretto da una famiglia autoritaria, dovette proseguire gli studi di Ingegneria, come progettista di Ponti e Strade, a Porto, tra il 1940 e il 1944, dopo aver passato due anni alla Facoltà di Scienze a Lisbona.
• Jorge che scriveva poesie dall’età di sedici anni, cominciò la sua carriera letteraria all’inizio della guerra civile spagnola. L'anno 1938 fu particolarmente fecondo: scrisse ben 256 poesie, oltre alla commedia in un atto unico Luto e al lied ispirato alla poesia "Pobre velha música" di Fernando Pessoa. L’anno successivo scrisse altre 168 poesie e pubblicò la sua prima opera Nevoeiro su una rivista studentesca sotto lo pseudonimo di Teles de Abreu (nome che avrebbe utilizzato fino al 1942).
• L’incontro con Maria Mécia de Freitas Lopes avvenne nel 1940, ma si sarebbero sposati solo nel 1949. Nel corso del tempo, ebbero nove figli, sette in Portogallo e due in Brasile. Cresciuta in una famiglia di musicisti, fu scrittrice, saggista e sarebbe divenuta la più grande collaboratrice di Jorge. Scomparsa nel 2020 all’età di 101 anni, passò gli ultimi 40 anni della sua vita ad organizzare e promuovere il patrimonio letterario del marito.
• Nel 1941, tenne la sua prima conferenza pubblica "Rimbaud, ou o dogma da trindade poética" (Rimbaud ovvero il dogma della trinità poetica), che rappresentò il debutto di una lunga e brillante carriera di conferenziere. L'anno successivo, pubblicò, sotto l’egida dei Cadernos de Poesia, la sua prima raccolta di poesie, Perseguição.
• Nel gennaio del 1944 morì suo padre e in febbraio la nonna materna – grande appoggio della sua infanzia e della gioventù. Diede l’ultimo esame di laurea in Ingegneria Civile e concluse il corso, grazie all’aiuto finanziario di alcuni amici, tra cui Ruy Cinatti, José Blanc de Portugal e José Osório de Oliveira.
• L’anno seguente iniziò il servizio militare nel Battaglione d’Ingegneria 2, a Lisbona. In ottobre, pur essendo ancora ufficiale dell’Esercito, sottoscrisse una delle liste pubbliche, che circolavano nel paese, per reclamare libere elezioni. Non fu deportato alla prigione di Tarrafal (Cabo Verde) per intervento diretto di Ribeiro Couto – poeta e diplomatico brasiliano. Couto convinse anche l’editore Lello, di Porto, a pubblicare la seconda raccolta di poesia di Jorge de Sena, Coroa da terra, dedicata a questa città. Jorge terminò in quel periodo la stesura della tragedia in versi O Indesejado.
• Nel 1946, fu congedato dal servizio militare e cominciò a lavorare come ingegnere. Ottenne un impiego permanente presso la Junta Autónoma das Estradas, dove sarebbe rimasto dal 1948 al 1959. Questa occupazione gli assicurò uno stipendio regolare, benché modesto, e gli permise di fare numerosi viaggi nel paese. I dieci anni successivi al suo matrimonio con Mécia, dal 1949 al 1959, furono molto produttivi: egli pubblicò la sua terza raccolta di poesie, Pedra filosofal nel 1950, seguita da As evidências (1955) e Fidelidade (1958). Nel 1952 e nel 1957, si recò in Inghilterra per uno stage di formazione professionale complementare in ingegneria. Nel corso del primo soggiorno, egli lesse una serie di sei cronache intitolate "Cartas de Londres" (Lettere da Londra) per la BBC.
• Jorge de Sena fu sempre un cittadino politicamente attivo e offrì il proprio appoggio agli oppositori del regime di Salazar. Dopo il 1953, stabilitosi nella casa di Restelo (che appartiene ancor oggi alla sua famiglia), egli aprì le sue porte e facilitò i contatti e le riunioni di diversi gruppi. Va qui citato il fallito tentativo di rovesciamento del regime, conosciuto col nome di "Golpe da Sé", che avrebbe dovuto aver luogo il 12 marzo 1959. Testimone della cattura e della sparizione di alcuni compagni, coinvolti quanto lui in questa impresa, Jorge prese la decisione di esiliarsi in Brasile. La sua famiglia si sarebbe ricongiunta con lui, pochi mesi dopo.
*
• Sbarcò a Recife, il 7 agosto 1959, e proseguì per Salvador, invitato a tenere una conferenza su Fernando Pessoa, al IV Colóquio Internacional de Estudos Luso-Brasileiros, organizzato dall'Università di Bahia, dove i suoi amici Adolfo Casais Monteiro e Eduardo Lourenço già tenevano corsi di letteratura. Qualche tempo dopo, gli fu proposto d'insegnare nella nuova Faculdade de Filosofia, Ciências e Letras d'Assis, nello stato di São Paulo. Sarebbe rimasto ad Assis fino al luglio 1961, poi si trasferì Araraquara, per insegnare letteratura portoghese e teoria letteraria fino alla sua partenza per gli Stati Uniti nel 1965.
• Nel marzo 1963 ottenne la cittadinanza brasiliana. Molto preso dalla sua nuova carriera Jorge, che aveva sempre sostenuto d’essere nato per insegnare, nel 1964 diede gli esami per ottenere la laurea in Lettere e la Libera Docenza in Letteratura Portoghese, ad Araraquara, con la tesi: "O soneto de Camões e o soneto quinhentista peninsular", per la quale gli fu conferita la massima votazione “summa cum laude”. I numerosi saggi che realizzò a quell’epoca su Camões, sono ancor oggi imprescindibile fonte di riferimento.
• La sua produzione letteraria negli anni trascorsi in Brasile fu molto varia. Egli approfittò del clima di libertà intellettuale che regnava in quegli anni, per scrivere 120 poesie, presenti nei libri Peregrinatio ad loca infecta, Arte de música e Metamorfoses. Iniziò il suo unico romanzo, rimasto incompiuto, Sinais de fogo che sarebbe stato soggetto per un film di Luís Filipe Rocha nel 1995; e scrisse, O fisico prodigioso, la sua unica novella, racconto fantastico o allegoria politica, incentrata sulla dittatura militare che prese il potere nel 1964.
• Jorge si tenne in stretto contatto con gli intellettuali brasiliani (ricordiamo tra gli altri Manuel Bandeira) e, dai suoi scambi con il gruppo dei concretisti di São Paulo, nacquero i Quatros sonetos a Afrodite Anadiómena, pubblicati sulla rivista “Invenção”, nel 1962.
• Pur essendo ormai cittadino brasiliano, continuò a considerarsi un esiliato, legato al suo paese. E quasi tutte le sue opere, per sua volontà, furono pubblicate in Portogallo. Subito dopo il suo arrivo a São Paulo, si unì al comitato di redazione del giornale d'opposizione “Portugal Democrático”. Vi pubblicò 37 articoli, alcuni firmati, altri anonimi, altri ancora sotto pseudonimo, di idee anti-salazariste. La polizia politica portoghese (PIDE) che teneva un dossier su Jorge, emise ordine di cattura nei suoi confronti, ordine che sarebbe stato annullato nel 1968.
• Jorge s'interessò anche alla politica del suo paese d’accoglienza, ma non manifestò mai pubblicamente la propria posizione. Parecchi suoi articoli rivelano il suo vivo interesse per gli avvenimenti di cui fu testimone in questo paese. Ed il colpo di stato militare del 1964 lo turbò profondamente. Le minacce di morte indirizzate a lui e alla sua famiglia, gli arresti e le reclusioni d'intellettuali di sua conoscenza, lo spinsero a decidere di lasciare il Brasile. Accettò dunque un’offerta di lavoro, come professore ospite, dall'università del Wisconsin, a Madison, negli Stati Uniti. Vi si trasferì, nell’ottobre 1965, con Mécia e i loro nove figli.
*
• L'anno dopo il suo arrivo negli Stati Uniti, venne nominato professore di letteratura portoghese e brasiliana. La sua attività di accademico, erudito e conferenziere lo assorbì completamente: divenne membro di rinomate associazioni come la Hispanic Society e la Modern Languages Association.
• Nel 1968, tornò per la prima volta in Portogallo e vi sarebbe ritornato frequentemente, così come in altri paesi d’Europa, per tenere conferenze o corsi. Furono i viaggi intrapresi in quegli anni che gli procurarono la notorietà internazionale come scrittore ed erudito. Nel 1970, si trasferì a Santa Barbara per occupare la cattedra di letteratura portoghese e brasiliana e di letterature comparate. Due anni più tardi, fece un viaggio in Angola, Sudafrica e Mozambico, dove Camões era vissuto in miseria. Nel 1974, il 10 giugno, giorno della festa di Camões, pronunciò il celebre "Discurso da Guarda".
• Jorge de Sena morì di cancro, il 4 giugno 1978.
*
OPERE POETICHE PUBBLICATE (21 raccolte di poesia, tra cui 3 opere complete, 1 antologia)


•1942 Perseguição
•1946 Coroa da Terra
•1950 Pedra Filosofal
•1955 As Evidências
•1958 Fidelidade
•1961 Poesia-I (1942-1955) con Post-Scriptum (inedito)
•1963 Metamorfoses, seguito da Quatro Sonetos
   a Afrodite Anadiómena
•1968 Arte de Música
•1969 Peregrinatio ad Loca Infecta
•1972 Exorcismos

•1972 Trinta Anos de Poesia (antologia)
•1973 Camões Dirige-se aos Seus Contemporâneos
   e Outros Textos
•1974 Conheço o Sal... e Outros Poemas
•1977 Sobre Esta Praia... Oito Meditações à beira do Pacífico
•1978 Poesia-II (1958-1968)
•1978 Poesia-III (1969-1977)
•1979 Quarenta Anos de Servidão (postumo)
•1980 Sequências (postumo)
•1982 Visão Perpétua (postumo)
•1999 Dedicácias (postumo)

OPERE IN PROSA, RACCONTI E NOVELLE:


•1960 Andanças do Demónio
•1966 Novas Andanças do Demónio
•1976 Os Grão-Capitães


•1977 O Físico Prodigioso (novella)
•1979 Sinais de Fogo (romanzo)
•1983 Génesis

OPERE IN PROSA, SAGGI:


•1959 Da Poesia Portuguesa
•1961 O Poeta é um Fingidor
•1961 O Reino da Estupidez
•1966 Uma Canção de Camões
•1969 Os Sonetos de Camões e o Soneto Quinhentista Peninsular
•1970 A Estrutura de Os Lusíadas e Outros Estudos Camonianos e de Poesia Peninsular do Século XVI
•1973 Maquiavel e Outros Estudos
•1978 Dialécticas Aplicadas da Literatura
•1982 Fernando Pessoa & Cia. Heterónima (postumo)




ALTRE PUBBLICAZIONI:

– TEATRO –

•1951 O Indesejado
•1952 Ulisseia Adúltera
•1969 O Banquete de Dionísos
•1971 Epimeteu ou o Homem Que Pensava Depois

– CARTEGGI –

•1981 Guilherme de Castilho
•1982 Mécia de Sena (Anni in Portogallo)
•1986 José Régio
•1987 Vergílio Ferreira
•1987 Taborda de Vasconcelos
•1991 Eduardo Lourenço
•1991 Dante Moreira Leite
•2006 Sophia de Melo Breyner
•2007 José-Augusto França
•2010 Raul Leal
•2011 Delfim Santos
•2012 Ramos Rosa
•2013 Mécia de Sena (Anni in Brasile)
•2013 João Gaspar Simões

OMAGGI & ONORIFICENZE:


•1977 Premio Internazionale di Poesia Etna-Taormina, per l'insieme della sua opera
•1977 Titolo di Comendador da Ordem do Infante D. Henrique, per servizi resi alla comunità portoghese
•1978 Gran Croce dell'Ordine Militare di Sant'Iago da Espada de Portugal (postumo)
•1980 Inaugurazione del Jorge de Sena Center for Portuguese Studies, all'Università di California, di Santa Barbara

*

________________
POESIE ON LINE


  • Estratte da Perseguição (1942) :
1
2
3
4
5
Advertência
Eternidade
Felicidade
O último dia
Sem data
Avvertenza
Eternità
Felicità
L’ultimo giorno
Senza data


  • Estratte da Coroa da Terra (1946 :
1
2
3
Denúncia
Humanidade
Suma Teológica
Denuncia
Umanità
Summa teologica


  • Estratte da Pedra Filosofal (1950) :
1
2
3
Ó doce perspicácia...
Ode para o Futuro
Os Paraísos artificiais
Oh dolce perspicacia...
Ode al futuro
I paradisi artificiali


  • Estratte da As Evidências (1955) :
1
2
3
Amo-te muito, meu amor, e tanto...
Soneto XI - Marinha pousa a névoa iluminada...
Soneto XXI - Cendrada luz...
T’amo tanto, amor mio, ma tanto...
Sonetto XI - La marina riposa nella nebbia illuminata...
Sonetto XXI - Cinerea luce...


  • Estratte da Fidelidade (1958) :
1
2
3
4
Epígrafe para a Arte de Furtar
Glosa à Chegada do Outono
Isto
Uma pequenina luz
Epigrafe per l’arte di rubare
Chiosa all’arrivo dell’autunno
Questa cosa
Una piccola luce


  • Estratte da Post-Scriptum (1960) :
1
Post-Scriptum
Post scriptum


  • Estratte da Metamorfoses (1963) :
1
2
3
 

4
Camões dirige-se aos seus contemporâneos
Carta a meus filhos
Eleonora di Toledo, Granduchessa di Toscana,
de Bronzino

O Balouço
Camões si rivolge ai suoi contemporanei
Lettera ai miei figli
Eleonora di Toledo, Granduchessa di Toscana,
del Bronzino

L’altalena


  • Estratte da Arte de Música (1968) :
1
2
3
A Criação de Haydn
A Piaf
Chopin: Um inventário
La creazione di Haydn
La Piaf
Chopin: un inventario


  • Estratte da Peregrinatio ad loca infecta (1969) :
1
2
3
4
5
6
A Portugal
Anos sem fim, à luz do mar aceso...
Em Creta, com o Minotauro
La dame à la licorne
Pavloviana ou os reflexos condicionados
Uma Sepultura em Londres
Al Portogallo
Anni sterminati, alla luce del mare focoso...
A Creta, con il Minotauro
La dame à la licorne
Pavloviana o i riflessi condizionati
Una tomba a Londra


  • Estratte da Exorcismos (1972) :
1
2
3
Noções de Linguística
Restos Mortais
Ser um grande poeta
Nozioni di linguistica
Resti mortali
Essere un grande poeta


  • Estratte da Conheço o sal... e outros poemas (1974) :
1
Conheço o sal...
Conosco il sale...


  • Estratte da Sequências (1980, póstumo) :
1
2
3
Cidadão
Marido e mulher
Ray Charles
Cittadino
Marito e moglie
Ray Charles


  • Estratte da Visão Perpétua (1982, póstumo) :
1
A diferença que há...
La differenza che c’è...








Nessun commento:

Posta un commento